Notizie sportive

http://motionup.emotiondesign.it/CLIENTI/cellfood/img/news/2011154939__terni_la_maratona_di_san_valentino_2011_vincitori_.jpg Team CELLFOOD vince ancora con Monica Casiraghi


 

Per gli appassionati di ogni età decidere dove trascorrere il week-end post 14 febbraio immagino sia stato di difficile decisione, in particolare se a Verona non c’erano mai stati, ma questa domenica era davvero all’insegna dell’Amore! Da Verona a Terni, la città di San Valentino e ove andava in rappresentazione la 1^ Maratona e mezza di S.Valentino, nel cuore verde dell’Umbria, da Ferentino a Terni passando per le suggestive cascate delle Marmore, la cascata più alta d’Europa, unendo fede e sport, in nome del santo patrono, San Valentino, il santo dell’amore per eccellenza! Una due giorni indimenticabile con emozioni uniche e una dopo l’altra. Che sarebbe stata qualcosa all’insegna dell’immenso lo si era intuito da tempo, per gli addetti ai lavori, non potevano sfuggire non solo un sito accattivante, ma la cura con la quale i volontari dell’Amatori Terni avevano immesso per ogni piccola cosa: praticamente è stato tutto perfetto.

 

Per la cronaca la maratona è stata vinta da due azzurri delle ultramaratone: Marco D’Innocenti l’ingegnere romano e la brianzola Monica Casiraghi (TEAM CELLFOOD), venuta a Terni proprio per divertirsi e stare insieme agli amici. I loro tempi 2h28’50” per D’Innocenti, 2h59’37” per la Casiraghi. Due posizioni dietro i magnifici pacer delle 3 ore: il fiorentino Timothy, l’umbro Massimiliano e il gioiello tanto acclamato e vezzeggiato, l’eroe di Sparta, Ivan Cudin. Dietro a D’Innocenti sono saliti sul podio Piergiorgio Conti e Paolo Massarenti, mentre a far compagnia alla Casiraghi, le due umbre Paola Garinei e Federica Poesini.

 

Nella mezza maratona vincono il marocchini Cherkhaoui El Makhrout che ha impiegato 1h10’55” e fra le donne Elisa Crisantemi, Runners Sangemini, 1h24’56”. Sul podio anche Fabio D’Atanasio e Francesco Tornati, Barbara Cimmarusti e Paola Ostili. Premiate anche 25 coppie, mentre nutritissimo come sempre più spesso accade, il Club Supermarathon Italia, con una sessantina di maratoneti presenti. E non sono mancati neanche i pattinatori, una diecina in tutto che hanno fatto l’intero percorso.

 

Chi domenica non era a Terni ha perso una bella occasione di una giornata di festa dello sport e non solo, quasi niente è stato lasciato al caso, poche sono le maratone e mezze che “coccolano” gli atleti in modo così ecclatante, e anche se ci fosse stata qualche piccola imperfezione (gli incontentabili non muoiono mai), domenica abbiamo assistito ad una prima davvero fantastica.

 





Cellfood Salute Cellfood Sport Cellfood Medicina